Loading page...

Per l'ambiente

La scelta
Landoll, proprietaria del brand Nashi, dal 2005 ha intrapreso la strada per diventare a tutti gli effetti IMPRESA ATTIVA, un’impresa dinamica e moderna che si caratterizza per la proposta di prodotti socialmente sostenibili e di alta qualità. Ogni anno facciamo investimenti per migliorare la qualità dei nostri prodotti, riducendo l’impiego di risorse che possono contribuire all’impoverimento dell’ambiente.


La concretezza delle scelte che riducono l’impatto ambientale:

LANDOLL E' PARTE DEL CORPORATE GOLDEN DONOR FAI

Moto Gp.jpg

Landoll, proprietaria del brand Nashi Argan, per il 2015 ha deciso di aderire al programma di membership aziendale del FAI Corporate Golden Donor: una scelta dettata dalla volontà di contribuire a far rinascere, sviluppare e vedere valorizzato il nostro Paese e le sue risorse.
A fianco del Fondo per l’ambiente italiano, il brand Nashi Argan desidera essere parte attiva di un grande progetto di tutela che è anche un’ambiziosa sfida culturale: fare dell’Italia un luogo più bello dove vivere, lavoraree crescere i nostri figli.
Ogni giorno il FAI si impegna a proteggere e rendere accessibili a tutti splendidi gioielli d'arte, natura e cultura disseminati nelle campagne, nelle città e sulle coste del nostro Paese; a educare e sensibilizzare la collettività alla conoscenza, al rispetto e alla cura dell’arte e della natura e a farsi portavoce delle istanze della società civile vigilando e intervenendo attivamente sul territorio.
Il patrimonio paesaggistico e culturale, che il FAI salvaguarda e promuove, rappresenta infatti un capitale unico al mondo e la risorsa fondamentale su cui investire per far rinascere, sviluppare e valorizzare il nostro meraviglioso Paese.
Moto Gp.jpg

Tutta l’energia utilizzata negli impianti produttivi Landoll è prodotta da fonte interna rinnovabile. La società ha infatti la Licenza di Officina per la Produzione di Energia Elettrica e nel giugno del 2012 ha completato l’ impianto fotovoltaico installato nel sito produttivo lombardo, che garantisce tutta la fornitura dell’energia necessaria per la produzione.
L’impianto fotovoltaico, converte la luce solare in energia elettrica  con una potenza di 108 KWp.  Landoll produce 120.000 Kwh/anno contribuendo alla riduzione di inquinanti come l’anidride carbonica (70 ton/anno), l’ossido d’azoto (NOx 150 kg/anno) e l’anidride solforosa (145 kg/anno) accusati di causare l’effetto serra e le piogge acide.
Inoltre,  l’utilizzo dell’energia solare permette di risparmiare ogni anno 23 tonnellate equivalenti di petrolio.
Ad oggi attraverso questo impianto Landoll ha salvato oltre 4000 alberi, l’impegno è di arrivare a 15.000 alberi nel 2015.
ASTANA.jpg

La quantità di energia consumata è ridotta al minimo privilegiando prodotti realizzati a freddo. Tutti i liquidi utilizzati nella lavorazione vengono raccolti in apposite cisterne per il trattamento ad opera di aziende certificate.
Teatro.jpg

I flaconi utilizzati per la maggior parte delle linee Nashi sono in vetro e in RPET riciclato da postconsumo prodotti dalla Bormioli Rocco S.p.a. - leader mondiale nella ricerca di materiali riciclati, bioplastiche biodegradabili e per la produzione di packaging a basso impatto ambientale.
Materiali di comunicazione, astucci e depliant delle linee sono realizzati utilizzando la Carta Flora riciclata da post consumo del gruppo Cordenons, azienda certifica ISO e FSC.
ASTANA.jpg


La società Landoll segue uno schema rigido nella selezione e nell’utilizzo delle materie prime, tenendo come primo obiettivo le migliori performance richieste ad un prodotto che deve soddisfare le esigenze di un mercato professionale. Pertanto le  formulazioni, oltre a non contenere sostanze come sls/sles, solfati, fosfati, parabeni o coloranti, prevedono l’utilizzo di materie prime di origine naturale in pieno equilibrio con i più attuali e sicuri ritrovati dell’industria chimica.